X
News - Contec Industry

SAFETY DAY CONTEC | Nuovi approcci e nuovi strumenti per la gestione dei rischi

4 WORKSHOP GRATUITI CON CREDITI RSPP - ASPP 29 MAGGIO 2019 CROWNE PLAZA PADOVA – Uscita A4 Padova Ovest   Safety Day Contec | 29 maggio è una giornata di formazione tecnica avanzata che porta in aula l'esperienza e le competenze specifiche di Contec Industry e Contec AQS. Nuovi approcci e nuovi strumenti per la gestione dei rischi unisce in un unico appuntamento: 4 WORKSHOP SOLUZIONI INNOVATIVE CASI PRATICI ANALISI E APPROFONDIMENTI Sar...

> Leggi tutto
LA NOSTRA PRESENTAZIONE
Scarica la nostra brochure

SAFETY DAY CONTEC | Nuovi approcci e nuovi strumenti per la gestione dei rischi


4 WORKSHOP GRATUITI CON CREDITI RSPP – ASPP

29 MAGGIO 2019

CROWNE PLAZA PADOVA – Uscita A4 Padova Ovest


 

Safety Day Contec | 29 maggio è una giornata di formazione tecnica avanzata che porta in aula l’esperienza e le competenze specifiche di Contec Industry e Contec AQS.


Nuovi approcci e nuovi strumenti per la gestione dei rischi unisce in un unico appuntamento:

  • 4 WORKSHOP
  • SOLUZIONI INNOVATIVE
  • CASI PRATICI
  • ANALISI E APPROFONDIMENTI

Sarà possibile effettuare l’iscrizione anche a singoli workshop e non necessariamente all’intera giornata, sulla base di interessi ed esigenze.


CONTENUTI


WORKSHOP 1 | 08:30 – 10:30

Come gestire le imprese esterne che lavorano dentro la mia azienda

Metodologie e buone prassi per ridurre o eliminare le interferenze da e verso le attività dei nostri “ospiti”

 

All’interno dei contesti aziendali periodicamente è necessario affiancare all’ordinaria attività produttiva l’opera di collaboratori esterni. La realizzazione di questi interventi comporta una ragionevole possibilità che, all’interno dell’area produttiva della committenza, impianti, macchine e personale dipendente siano sottoposti a specifici rischi connessi a questa nuova situazione.

Come gestire correttamente i lavori con interferenza? Quali interventi rientrano nel Titolo I e quali nel Titolo IV? Quali documenti richiedere ai Fornitori (POS oppure DUVRI, CCIAA, DURC, polizze assicurative, attestati formazione, verbali coordinamento o PSC)?

  • Quadro normativo
  • Gestione in Titolo I – Art. 26
  • Redazione DUVRI
  • Gestione in Titolo IV – cantieri temporanei e mobili
  • Gestione della documentazione nell’ambito dei contratti
  • Responsabilità all’interno di ogni contratto
  • Verifiche e controlli da effettuare

 

WORKSHOP 2 | 10:30 – 12:30

Metodi e strumenti operativi

per la gestione sicura di macchine e attrezzature di lavoro in azienda

Gli obblighi del Datore di Lavoro e dei suoi delegati in base agli artt. 70 e 71 D.lgs 81/08

 

Le macchine, dopo la messa in servizio all’interno dell’azienda, diventano attrezzature di lavoro. Gli artt. 70 e 71 D.lgs 81/08 impongono la conformità delle attrezzature ai requisiti di sicurezza (Direttive Europee o Allegato V), con i relativi obblighi di manutenzione e verifiche.

La verifica della conformità delle attrezzature in uso richiede tempo ed impegno economico. Per questo motivo è necessario pianificare i passi e le attività utilizzando metodi e strumenti efficaci.

  • Mappare e conoscere le attrezzature di lavoro
  • Identificare le criticità e definire le priorità (pericolosità e danno atteso, età e stato manutentivo, frequenza di utilizzo, interazione uomo/macchina, ecc.);
  • Progettare e realizzare gli interventi di miglioramento della sicurezza
  • Le misure di compensazione del rischio in attesa degli interventi
  • Formazione documentata degli operatori sui rischi residui e sull’utilizzo della attrezzatura
  • Strumenti per la mappatura, la gestione della documentazione e delle verifiche periodiche
  • Modelli e standard da utilizzare

 

WORKSHOP 3 |13:30 – 15:30

Viabilità sicura all’interno dell’azienda

Analisi delle situazioni di criticità e soluzione delle problematiche attraverso i piani di viabilità

 

La viabilità aziendale riguarda lo spostamento di persone, di mezzi di trasporto, di materie prime e di prodotti all’interno di tutti gli spazi aziendali. La tendenza è spesso quella di considerare la sicurezza della viabilità interna solo in relazione al trasporto o all’esodo in caso d’emergenza.

La viabilità generale viene spesso vissuta come un problema difficilmente gestibile per il suo carattere precario e dinamicamente variabile, legato alle possibili interferenze con ditte esterne, alla varietà e molteplicità dei percorsi e degli stazionamenti dei mezzi di trasporto. Una gestione disorganizzata della viabilità può essere causa di incidenti importanti per investimento, per questo occorre affrontare in modo organico il problema attraverso strumenti e disposizioni ben definite e diffuse all’interno dell’azienda.

  • Analisi delle non conformità, infortuni e mancati infortuni
  • Visita ai diversi reparti e analisi dei relativi layout
  • Analisi della documentazione, del DVR e delle procedure in uso
  • Individuazione delle principali modifiche
  • Definizione dei flussi delle materie e delle persone
  • Progettazione di dettaglio dei layout della viabilità e della segnaletica

 

WORKSHOP 4| 15:30 – 17:30

La responsabilità tecnica nell’acquisto e

messa in servizio sicura di macchine, linee e impianti

Definizione delle specifiche di acquisto, verifica dei fornitori, test e collaudo
per la sicurezza dell’investimento impiantistico

 

Nell’acquisto di macchine e impianti è fondamentale per il datore di lavoro e i suoi delegati tenere in considerazione anche gli aspetti legislativi e normativi che il fornitore è obbligato a garantirgli.

Il datore di lavoro ha il compito di accertare l’effettiva rispondenza delle macchine messe in servizio ai requisiti legislativi ad esse applicabili. Per questo l’imprenditore si deve salvaguardare evitando di fare errori nella definizione delle specifiche di acquisto e durante tutte le fasi, fino al collaudo della conformità della fornitura.

  • Gli attori in gioco: il ruolo e la responsabilità del fabbricante e del datore di lavoro e dei suoi delegati
  • La documentazione da gestire in fase d’ordine
  • Contenuti dell’offerta tecnica e del capitolato di fornitura
  • Come condurre la verifica della presenza di vizi palesi
  • Come condurre la verifica di rispondenza delle caratteristiche dell’impianto realizzato con le specifiche di progetto e alle norme tecniche di riferimento (Issue List)
  • La verifica tecnica dei dispositivi di sicurezza presenti
  • Raccolta e verifica della documentazione prevista dalle specifiche e/o normative
  • Modelli e standard da utilizzare

CREDITI E ATTESTATI


Riconoscimento di crediti per aggiornamento RSPP – ASPP


DESTINATARI


Gli incontri sono riservati a RSPP/ASPP, HSE manager, Datori di Lavoro e Delegati per la sicurezza, Direttori di stabilimento, Manutenzione, Produzione e Acquisti di medie e grandi aziende.


ISCRIZIONI


Riserva il tuo posto cliccando qui

Scegli il biglietto con crediti RSPP – ASPP, oppure senza crediti, e successivamente potrai selezionare a quale dei 4 workshop prendere parte.


INFORMAZIONI

Contec Industry
Federico Fabris
Cell. 3480072925
e-mail: federico.fabris@contecindustry.it

Contec AQS

Enrico Urbani
Cell. 345 0607423
e-mail: enrico.urbani@contecaqs.it

Livia Manfredini
Cell. 345 9224353
e-mail: livia.manfredini@contecaqs.it

Maria Giovanna Verdesca
Tel. 045 4729854
e-mail: mariagiovanna.verdesca@contecaqs.it

 

Iscriviti alla giornata di formazione avanzata Contec il 29 maggio a Padova. 4 Workshop tematici, soluzioni innovative, casi pratici in aula, analisi e approfondimenti per migliorare la gesti...

> Leggi tutto

Veneto in azione – Seminario a Venezia su Benessere e sicurezza ai tempi di Industria 4.0

 

BENESSERE E SICUREZZA NEI LUOGHI DILAVORO: STRUMENTI DI ANALISI, NUOVI MODELLI E PROSPETTIVE EUROPEE

Un percorso di 4 seminari dedicati ai Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (RLS) e ai Responsabili servizio prevenzione e protezione (RSPP) per offrire nuove visioni di sicurezza sul lavoro e stimolare una maggiore integrazione nel contesto lavorativo con l’obiettivo di arginare la problematica relativa all’alto numero di infortuni sul lavoro.

 

  • 1° seminario 18/02/2019 | Gli strumenti per la gestione della sicurezza: le linee di tendenza in tema di salute e sicurezza a livello Europeo

  • 2° seminario 10/04/2019 | Industria 4.0 una realtà in espansione che necessita di nuovi strumenti di analisi e di nuovi modelli di azione in tema di salute e sicurezza.

Obiettivi e contenuti: L’impatto sui processi e sui nuovi ruoli dei lavoratori e le conseguenze che questo può eventualmente avere sulla salute e sulla sicurezza, nello scenario in fase di mutazione in ambito industriale a seguito della diffusione delle tecnologie 4.0.

Strumenti di lettura della realtà, e nuovi approcci culturali in grado di provocare cambiamenti negli stili di comportamento dei lavoratori.

Relatori:

Ing. Lorenzo Baraldo (Ingegneria della sicurezza civile e industriale – Università di Padova | Contec AQS)

Ing. Luca Reppele (Contec Industry)


  • 3° seminario 16/05/2019 | Differenze di genere e invecchiamento negli ambienti di lavoro: implicazioni nella valutazione del rischio

  • 4° seminario 13/06/2019 | Gli strumenti per la gestione della sicurezza. Analisi e approfondimento di rischi specifici: lo stress lavoro correlato

 

SEDE: Confindustria Venezia

 


Benessere e sicurezza nei luoghi di lavoro: strumenti di analisi, nuovi modelli e prospettive europee è parte di “Veneto in Azione: Capitale Umano e Innovazione“, il progetto di Capacity building promosso da Regione Veneto nel corso del 2018, come opportunità di confronto e cambiamento per il sistema socio-economico regionale, attraverso l’investimento in formazione del capitale umano.

Il progetto si articola in un catalogo di interventi di qualificazione e percorsi di empowerment rivolti a tutti gli attori del sistema socio-economico regionale: Istituti Scolastici, Università, Enti locali, Operatori della formazione e del lavoro, Associazioni di categoria, Comunità professionali, Imprese e Formatori aziendali, Operatori del Terzo Settore.

Sono 3 le aree di sviluppo del progetto:

    • Assessment: soluzioni e percorsi di empowerment per gli stakeholder
    • Development Lab: piattaforma formativa delle soluzioni co-progettate
    • Internazionalizzazione: relazioni e partnership internazionali

 

Fonte: Veneto in azione  –  Benessere e sicurezza nei luoghi di lavoro

  BENESSERE E SICUREZZA NEI LUOGHI DILAVORO: STRUMENTI DI ANALISI, NUOVI MODELLI E PROSPETTIVE EUROPEE Un percorso di 4 seminari dedicati ai Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezz...

> Leggi tutto

Bando ISI INAIL 2018 – Iniziative di promozione delle Direzioni Regionali Inail

Bando ISI INAIL 2018 – Eventi e Road Show informativi presentano gli aspetti tecnici del Bando

Il Bando ISI Inail, giunto alla nona edizione, sarà accompagnato anche quest’anno da momenti di approfondimento territoriale per illustrare le caratteristiche dei bandi e rispondere alle specifiche esigenze regionali. Sono circa 80 le tappe previste nell’ambito di quel “Road show” nazionale da realizzarsi nel periodo 1 aprile – 30 maggio 2019.

Il Bando ISI Inail, aperto al termine del 2018, rinnova l’impegno dell’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro a mettere a disposizione delle imprese contributi e incentivi a sostegno di attività e progetti di miglioramento sul tema della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

09 aprile | Torino: info e dettagli

12 aprile | Perugia: info e dettagli

17 aprile | Sassari: info e dettagli

17 aprile | Roma: info e dettagli

 

Che cos’è il Bando ISI Inail?  Quali sono gli importi previsti?  Cosa riguardano i 5 Assi?

Leggi tutte le informazioni qui

Bando ISI INAIL 2018 – Eventi e Road Show informativi presentano gli aspetti tecnici del Bando Il Bando ISI Inail, giunto alla nona edizione, sarà accompagnato anche quest’anno da moment...

> Leggi tutto

Attrezzature a pressione: uno strumento gratuito guida le imprese nella gestione della sicurezza

ATS Brianza ha sviluppato Calcolatore GVR, una check list per verificare la conformità delle attrezzature a pressione presenti in azienda

Gestire correttamente l’acquisto, la messa in servizio e l’utilizzo delle apparecchiature e degli impianti a pressione è un tema complesso in quanto le normative di riferimento sono ancora poco conosciute sia dai datori di lavoro utilizzatori, sia dai fabbricanti/installatori.

Alcuni datori di lavoro diventano inconsapevolmente fabbricanti quando costruiscono internamente attrezzature in pressione; spesso la documentazione degli impianti è carente o incompleta perché lacunosa di schemi o delle dichiarazioni di conformità sulle apparecchiature.

Il datore di lavoro incontra difficoltà anche nel capire a quali tipologie di verifiche obbligatorie sono soggette le attrezzature, viste le molteplici esclusioni del D.M. 329/2004 [“Regolamento recante norme per la messa in servizio ed utilizzazione delle attrezzature a pressione e degli insiemi […]”]

Con l’obiettivo di fare chiarezza dentro una realtà che si riscontra complessa, ATS Brianza (Agenzia di tutela della salute) ha creato uno strumento che assiste le imprese nel verificare le attrezzature a pressione Gvr (gas, vapore, riscaldamento) installate all’interno dei propri stabilimenti produttivi.

L’esigenza è nata dall’analisi delle statistiche relative alle ispezioni nelle aziende raccolte nell’ultimo triennio: gli aspetti relativi alle attrezzature a pressione si sono rivelati i più critici, segnalando la necessità di affiancamento alle imprese per aiutarle a comprendere una normativa oggettivamente complessa.

Calcolatore GVR: uno strumento per gestire la sicurezza delle attrezzature a pressione

Per questo motivo nasce Calcolatore GVR, una guida online (disponibile sul sito www.ats-brianza.it) gratuita per verificare il rispetto degli obblighi previsti dalla normativa in materia di sicurezza (DM n. 329/04 e verifiche periodiche) e di provvedere agli adempimenti necessari. Attraverso la compilazione dei campi, il sistema restituisce una scheda che riassume la situazione degli impianti e i vincoli legislativi a cui sono soggetti.

L’interfaccia è stata sviluppata in ottica user friendly: in pochi passaggi e in forma anonima (perché ha fine informativo e non sanzionatorio) l’azienda ottiene il report con la propria situazione interna. In questo modo è in grado di capire quali sono gli interventi necessari a sanare le situazioni non a norma, prima dell’eventuale visita ispettivo dell’organo di vigilanza.

L’obiettivo di questo intervento è andare oltre la logica esclusivamente ispettiva, che prevede sanzioni in caso di mancato adempimento, per diffondere una cultura della prevenzione e un atteggiamento proattivo in orizzonte best pratices, a vantaggio dei lavoratori e della loro salute e sicurezza.

Fonte: ATS Brianza

ATS Brianza ha sviluppato Calcolatore GVR, una check list per verificare la conformità delle attrezzature a pressione presenti in azienda Gestire correttamente l’acquisto, la messa in serv...

> Leggi tutto