X
News - Contec Industry

Apparecchi a pressione tubazioni: la guida Inail per la prima verifica periodica

Inail, attraverso il Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti, ha pubblicato nella collana Ricerche il manuale Apparecchi a pressione tubazioni - Istruzioni per la prima verifica periodica ai sensi del D.M. 11 aprile 2011. Con il D.lgs. 93/2000, la normativa italiana ha recepito la Direttiva PED 2014/68/UE secondo cui anche le tubazioni sono considerate al pari delle altre attrezzature a pressione. Per questo motivo è necessario che la fabb...

> Leggi tutto

Apparecchi a pressione tubazioni: la guida Inail per la prima verifica periodica

Inail, attraverso il Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti, ha pubblicato nella collana Ricerche il manuale Apparecchi a pressione tubazioni – Istruzioni per la prima verifica periodica ai sensi del D.M. 11 aprile 2011.

Con il D.lgs. 93/2000, la normativa italiana ha recepito la Direttiva PED 2014/68/UE secondo cui anche le tubazioni sono considerate al pari delle altre attrezzature a pressione.

Per questo motivo è necessario che la fabbricazione delle tubazioni rispetti quindi gli stessi requisiti essenziali della PED.

Le verifiche di installazione ed esercizio, comprese le relative modalità, sono disciplinate all’interno dei D.M. 329/04 e D.M. 11 aprile 2011. Anche il D.Lgs. 81/2008 (art. 71 comma 11) fa riferimento alle verifiche periodiche volte a valutare lo stato di conservazione e di efficienza ai fini della sicurezza delle attrezzature di lavoro.

Inail è titolare della prima verifica periodica, secondo D.M. 11 aprile 2011, perciò ha sentito la necessità di dotare le proprie Unità operative territoriali di uno strumento procedurale che andasse a definire le modalità tecnico-amministrative per la prima verifica periodica. E’ stato quindi redatto il manuale Apparecchi a pressione tubazioni – Istruzioni per la prima verifica periodica ai sensi del D.M. 11 aprile 2011, come standard per uniformare i comportamenti dei propri operatori sul campo.

Oltre a fornire una panoramica del contesto normativo di riferimento, il manuale presenta:

  • Indicazioni al datore di lavoro sulla procedura di dichiarazione di messa in servizio/immatricolazione di tubazioni, il relativo modello di denuncia e la descrizione della documentazione da allegare

  • Modalità operative per la richiesta di prima verifica periodica di tubazioni

  • Istruzioni per la redazione della scheda tecnica e del verbale di prima verifica periodica compresi esempi di compilazione della stessa.

 

Contec Industry – forte della sua esperienza nel campo degli impianti a pressione – accompagna le aziende nei processi di adeguamento delle apparecchiature e degli impianti a pressione esistenti o nella realizzazione di nuovi impianti chiavi in mano garantendo il pieno rispetto degli aspetti normativi e tecnici richiesti dalla Direttiva PED. Scopri i servizi specifici


Contattaci per maggiori informazioni


Fonte: Inail

 

Inail, attraverso il Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti, ha pubblicato nella collana Ricerche il manuale Apparecchi a pressione tubazion...

> Leggi tutto

Incendi e sicurezza dei macchinari

La UNI EN ISO 19353:2019 | Sicurezza del macchinario – Prevenzione e protezione contro l’incendio è in vigore dal 4 aprile 2019 e sostituisce la precedente UNI EN ISO 19353:2016.

La norma individua le metodologie di valutazione del rischio e di identificazione dei pericoli di incendio derivanti dal macchinario.

La UNI EN ISO 19353:2019 si focalizza sulle fasi di progettazione e costruzione del macchinario, descrivendo i concetti e la metodologia di base delle misure di protezione per la prevenzione e la protezione contro l’incendio. Le misure descritte prendono in considerazione sia utilizzo previsto che l’utilizzo improprio, ma ragionevolmente prevedibile, della macchina.


Incendi che coinvolgono macchine e impianti: perchè è importante la prevenzione

I risultati di un’indagine riportano che circa il 10% delle macchine utensili installate che hanno un sistema di lubrificazione a base d’olio hanno un principio di incendio entro 2-5 anni. Anche macchine e impianti impiegati in molti altri settori hanno un rischio di incendio che non si può sottovalutare.

Altre statistiche mostrano che il 45% dell’aziende non è in grado di riprendere la propria attività dopo un incendio.

La prevenzione e protezione contro l’incendio dei macchinari è un obbligo normativo e, viste le possibili conseguenze per la continuità del business aziendale, dovrebbe essere una priorità per il datore di lavoro ed i suoi delegati.

Contec Industry progetta e realizza impianti di rilevazione e spegnimento personalizzati sulle vostre macchine.


Contattaci per maggiori informazioni

Per acquistare la norma segui il link alla notizia sul sito UNI

Fonte: UNI

 

 

La UNI EN ISO 19353:2019 | Sicurezza del macchinario – Prevenzione e protezione contro l’incendio è in vigore dal 4 aprile 2019 e sostituisce la precedente UNI EN ISO 19353:2016. La ...

> Leggi tutto

Tecnologie Abilitanti per Industria 4.0

Interconnessione e integrazione: il rapporto tecnico UNI/TR 11749:2019 toglie ambiguità ed interpretazioni

 

UNINFO – ente federato UNI che si occupa di tecnologie informatiche e loro applicazioni –ha di recente pubblicato il rapporto tecnico UNI/TR 11749:2019 Tecnologie Abilitanti per Industria 4.0 – Integrazione ed interconnessione: aspetti principali ed esempi.

Questo documento nasce come strumento a supporto delle imprese e dei professionisti impegnati nel grande cambiamento tecnologico e culturale legato a Industria 4.0

Il rapporto tecnico UNI/TR 11749:2019 è un documento specializzato anche operativo: fornisce definizioni univoche di interconnessione e integrazione, corredate da chiarimenti ed esempi per favorire un’interpretazione condivisibile e convergente di questi requisiti.

Il rapporto tecnico presenta inoltre alcune indicazioni sulle principali architetture ed esigenze da analizzare nell’implementazione di un sistema integrato e connesso, portando casi di uso semplificativi e collegandoli ai riferimenti agli standard esistenti.

La norma è acquistabile sul sito UNI

Fonte: UNI


Contattaci per avere maggiori informazioni

Interconnessione e integrazione: il rapporto tecnico UNI/TR 11749:2019 toglie ambiguità ed interpretazioni   UNINFO – ente federato UNI che si occupa di tecnologie informatiche e ...

> Leggi tutto

Sicurezza e manutenzione: la nuova guida INAIL per ridurre i pericoli sul lavoro

 

La manutenzione per la sicurezza sul lavoro e la sicurezza nella manutenzione” è il nuovo contributo tecnico redatto dal Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici di INAIL che raccoglie l’esperienza e l’attività di ricerca e studio delle problematiche associate alla manutenzione e degli adempimenti normativi obbligatori collegati a tali attività.

A testimonianza della necessità di questo approfondimento, sono riportati i dati INAIL sugli infortuni: il 15%-20% di tutti gli infortuni, e circa il 10-15% di quelli mortali, avvengono durante le attività di manutenzione.

Quando si parla di manutenzione non ci si riferisce solo alla riparazione di un guasto, ma ad un corpo di attività più complesso, con interventi di carattere preventivo e a cadenza periodica in cui è fondamentale mantenere alta la guardia sulla formazione sulle competenze dei lavoratori impegnati.

Per questo motivo sono diverse le problematiche da prendere in considerazione:

  • Assicurare la permanenza nel tempo dei requisiti di sicurezza richiesti per gli ambienti e le attrezzature di lavoro
  • Garantire la tutela della salute e la sicurezza degli stessi addetti alle attività di manutenzione, proteggendoli da pericoli fisici, chimici, biologici e psicosociali

Sono 3 le tematiche fondamentali che attraversano i 12 capitoli in cui è articolata la pubblicazione:

  • la manutenzione dei luoghi di lavoro, degli impianti e delle attrezzature di lavoro
  • l’esternalizzazione della manutenzione
  • i rischi dovuti alle interferenze nell’ambiente lavorativo.

La manutenzione per la sicurezza sul lavoro e la sicurezza nella manutenzione” è stato redatto come approfondimento destinato a una platea ampia di figure coinvolte nell’attività lavorativa: datori di lavoro; dirigenti; responsabili del servizio prevenzione e protezione (RSPP); rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (RLS); responsabili della manutenzione; addetti alla manutenzione; responsabili dei contratti, responsabili della gestione di appaltatori e fornitori.

Consulta e scarica: La manutenzione per la sicurezza sul lavoro e nella manutenzione


Contattaci per avere maggiori informazioni

 

  “La manutenzione per la sicurezza sul lavoro e la sicurezza nella manutenzione” è il nuovo contributo tecnico redatto dal Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli i...

> Leggi tutto